Un pisci rintr’a to panza Lyrics It

Un pisci rintr’a to panza

 

Mamma, haju una fudda

Ri pisci rintra ‘a tiesta

‘A luna s’astutò

Mamma m’addumi tu?

 

A ghiriminni haj’ statu

Sempri ‘u cchiù vinciusu

Sugnu accussì ma ‘sta cunnanna ‘a sai

‘A sai ru’ voti

 

Quann’eri nica e

Ghiucavi a fare ‘a mamma

N’aspittavi rui, quattru o tri

Ri masculiddi?

 

Quannu ‘a matina è acqua

Prima ca mi sveglio

Sentu una manu in capu all’occhi

Mamma, cu pò essere?

 

‘U tiempu si squagghia

 

E tornu a natari,

Un pisci rintr’a to panza

Ju e tu, tutta una cosa

Ci pienzi, mamma?

 

Quann’eri nica e

Ghiucavi a fare a mamma

Ju nun ci criu ca ‘un l’addisiasti mai

Una fimminiedda

 

Quannu ‘a matina è acqua

E ancora nun mi sveglio

Sientu ‘a carizza ri ‘dda figghia ca

‘Un t’ha nasciutu mai

 

‘Na frieve m’annagghia e mi squagghia

 

Natamu a miliuna, ‘na fudda ‘i pisci rintr’a’ to panza

Di poi s’adduma ‘na luna

 

Ormai nuotu sulu, ‘sta luna s’agghiuttìu sulu a mia

M’attigghia anticchia ‘a pinzata

Ri ‘un aviri a nasciri mai

Ri ‘un aviri a soffriri mai

Ri ‘un aviri a fariti soffriri mai

Ri ‘un aviri a moriri mai

Un pisci rintr’a to panza

 

Mamma, ho una folla

di pesci nella testa

La luna si è spenta

Mamma, me l’accendi tu?

 

Ad andarmene via

sono stato sempre il più prepotente

Sono così ma questa condanna la sai

La sai due volte

 

Quand’eri piccola

e giocavi a fare la mamma

Ne aspettavi due, quattro o tre

Di maschietti

 

Quando la mattina è acqua

Prima di svegliarmi

Sento una mano sopra agli occhi, mamma

Chi può essere?

 

Il tempo si squaglia

 

E torno a nuotare

Un pesce dentro la tua pancia

Io e tu: una cosa sola

Ci pensi, mamma?

 

Quand’eri piccola

e giocavi a fare la mamma

Io non ci credo che non hai mai desiderato

Una femminuccia

 

Quando la mattina è acqua

E ancora non mi sveglio

Sento la carezza di quella figlia

che non hai avuto mai

 

Una febbre mi afferra E mi squaglia

 

Nuotiamo a milioni, una folla di pesci nella tua pancia

Poi si accende una luna

 

Ormai nuoto solo

Questa luna ha inghiottito solo a me, mi solletica un po’ il pensiero

Di non dover nascere mai

Di non dover soffrire mai

Di non doverti far soffrire mai

Di non dover morire mai