Nivi nivura lyrics It

Nivi nivura

 

Gioia, gioia mia, chiovi una stidda

Dimmi cu ti fici accussì biedda

Occhi di onice, oceano r’anice

Sciara ri vulcanu supra ri mia

Vulcanu ri ciura rintra ri mia

 

Gioia, gioia mia, chiovi r’aieri

Dimmi comu si fa pi ririri arrieri

‘U friscu r’a notti, mi piersi a circallu

‘U nivuru ‘u portu rintra ri mia

‘U nivuru s’assuppa rintra ri mia

 

Nivi nivura, ti manciu e m’immriacu

Nivi nivura, ti manciu e m’immriacu

 

Gioia, in piettu a mia chiovinu chiova

Dimmi comu pozzu fari a ghiriminni p’u munnu

Senza farimi male e senza farinni a nuddu

Senza aviri rintra tutta ‘st’acqua

Ri chianciri, chianciri, chianciri

 

Nivi nivura, ti manciu e m’immriacu

Nivi nivura, ti vivu e mi sazìu

 

Gioia, gioia mia, armali duci

parra araciu araciu, nun astutamu la luci

Nivi nivura

 

Gioia, gioia mia, piove una stella

Dimmi chi ti ha fatto così bella

Occhi di onice, oceano d’anice

Sciara [1] di vulcano sopra di me

Vulcano di fiori dentro di me

 

Gioia, gioia mia, piove da ieri

Dimmi come si fa a ridere di nuovo

Il fresco/fischio [2] della notte

Mi persi a cercarlo

Il nero io lo porto dentro di me

Il nero si assorbe dentro di me

 

Neve nera, ti mangio e mi ubriaco

Neve nera, ti mangio e mi ubriaco

 

Gioia, in petto a me piovono chiodi

Dimmi come posso fare ad andarmene per il mondo

Senza farmi del male e senza farne a nessuno

Senza avere dentro tutta quest’acqua

Da piangere, piangere, piangere

Neve nera, ti mangio e mi ubriaco

Neve nera, ti bevo e mi sazio

 

Gioia, gioia mia, animale dolce

Parla piano piano, non spegniamo la luce

 

[1] Vocabolo usato soprattutto nei paesi intorno all’Etna (o in altre zone vulcaniche) per descrivere la lava raffreddata e indurita che si accumula in prossimità dei crateri vulcanici o la stessa colata incandescente nell’atto della sua discesa (famosa attrazione turistica è vedere la Sciara notturna di Stromboli).

[2] Friscu significa sia “fischio” che “fresco”, pare che in una zona calda come la Sicilia il fresco arrivi necessariamente insieme al sibilo del vento.