Bio

home     bio     date     foto e video     testi e traduzioni      contatti

Alessio Bondì è un cantautore palermitano classe ’88. Nel suo mondo musicale vivono atmosfere d’infanzia, profonde e dolci, poetiche e surreali, dipinte da un blues primordiale, un folk intimo. La sua lingua è il siciliano, le sue esibizioni sono essenziali, nude, trascinanti: un viaggio su una terra nera di malinconia, dentro un’anima gioiosa e timida.

Nel dicembre 2015 porta al Teatro Biondo di Palermo “Granni granni”, uno spettacolo musicale per teatro che “mette in scena” le canzoni di “Sfardo”.

Ad ottobre 2015 Sfardo è il terzo disco emergente d’esordio più ascoltato in Italia su Spotify secondo diavolettolabel.com.

A settembre 2015 l’album Sfardo è finalista per la Targa Tenco nella sezione “album in dialetto”.

Ad agosto 2015 Granni granni, Es mi mai e Rimmillu ru’ voti sono le tre canzoni più ascoltate a Palermo su Spotify.

A giugno 2015 è artista del mese sulla rivista Lester Roma.

A maggio 2015 è rivelazione live su KeepOn.

A maggio 2015 esce nei cinema italiani Fuori dal coro, film di Sergio Misuraca in cui è presente “Rimmillu ru’ voti” e in cui Alessio recita la parte di Enrico.

Ad aprile 2015 Sfardo è Disco del Giorno su Rockit.it.

A marzo 2015 realizza la colonna sonora di Buon Inverno, documentario diretto da Giovanni Totaro.

Nel novembre 2014 si aggiudica il Premio Libellula e il Premio Octopus Studio in occasione della Biennale MArteLive.

Nell’ottobre 2014 vince il Premio SIAE in occasione del Premio Andrea Parodi con la canzone “Rimmillu ru’ voti”.

Nel giugno 2014 partecipa al Festival Poemus a Tbilisi, Georgia.

A dicembre 2013 vince il Premio De Andrè come Miglior Interprete con la canzone “In funn’o mare”.

A luglio 2013 vince il Premio Matteo Blasi con la canzone “In funn’o mare”.

A maggio 2013 “Rimmillu ru’ voti” vince il Roma Folk Fest.

Nel 2012 la canzone “Sfardo” vince il premio Repubblica.it in occasione del Premio De Andrè.

Il suo primo album, Sfardo, prodotto da Malintenti Dischi/800A Records è uscito il 7 aprile 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *